mercoledì 28 giugno 2017

I Dissonanti - Ilaria Marsilli

A volte ritornano... per fortuna!!!!
Ci sono autori con cui senti di avere un feeling particolare, vuoi perché li hai scoperti in momenti particolari della tua vita, vuoi perché ti hanno ispirato qualcosa di diverso... questo per me è uno di quei casi: l'avventura di questo blog è iniziata con il libro di esordio di questa scrittrice, quindi già vedere il suo nome in copertina mi fa il suo effetto.

Bando alle chiacchiere: è uscito lo scorso 24 giugno I DISSONANTI, fantasy romance di ILARIA MARSILLI


Titolo: I Dissonanti
Autore: Ilaria Marsilli
Pagine: 580
Genere: fantasy, romance
Prezzo ebook: € 2,99
Prezzo cartaceo: € 17,68


La tranquilla vita di Lisa, sedicenne soffocata dall'autoritarismo materno, viene improvvisamente stravolta da un'incontro inaspettato che porta imprevedibili conseguenze, scoprirà l'esistenza di una realtà che non avrebbe potuto nemmeno lontanamente immaginare.

"La mia vita è appesa a un filo. Il tempo è contro di me. Lui è la mia migliore possibilità di salvezza".

Durante la lettura ho attraversato varie fasi:

1. Sono rimasta immediatamente soddisfatta dell'ambientazione, la nostra Italia. Finalmente un fantasy dalle nostre parti!!! Non è che tutto l'incredibile debba per forza accadere negli Stati Uniti...

2.  Ho cominciato un pochino ad intimorirmi quando sono iniziati a venire alla luce alcuni dettagli sul tema del romanzo: il fantasy, soprattutto quando ne hai letto tanto, è un po' come una galleria d'arte piena di quadri che si somigliano un po' tutti, i richiami tra uno e l'altro sono tanti... giri giri e sembra che nulla riesca più ad entusiasmarti

3. Sono poi rimasta colpita, sollevata e contenta nello scoprire che invece avevo tra le mani qualcosa di innovativo, ben descritto e decisamente interessante!

La trama risulta scorrevole e dai tempi ben scanditi, i personaggi descritti in maniera giusta ma non eccessiva, e superata la parte iniziale che serve ad introdurci in questa realtà ha un ritmo coinvolgente per il lettore. Non scontato, soprattutto nel finale, ma non voglio fare spoiler, quindi:
buona lettura, immergetevi nella storia di Dante e Lisa, e dopo forse non vi guarderete intorno senza un po' di sospetto...

Nota: Le imprecazioni della protagonista varrebbero da sole la pena di leggerlo... fantastiche!



martedì 27 giugno 2017

Tutti per Uno - Pittacus Lore



La mia vita è stata un lungo, estenuante allenamento. Dovevo prepararmi al giorno in cui io e i miei compagni avremmo combattuto e vinto una guerra segreta contro la terribile minaccia che gravava sul mondo. Ma abbiamo fallito. I nostri nemici hanno invaso la Terra, seminando il panico tra la popolazione inerme. Ci siamo resi conto di non essere abbastanza forti per farcela da soli, così ci siamo alleati con l'esercito americano e abbiamo viaggiato per settimane alla ricerca di ragazzi come il mio amico Sam. Ragazzi dotati di poteri straordinari, da addestrare prima che sia il nemico a trovarli e a usarli contro di noi. Perché la nostra unica speranza è unire le forze. O almeno è ciò di cui sono convinti gli altri. Io, invece, non ne sono più tanto sicuro.
Perché loro hanno ucciso il Numero Uno in Malesia.
Il Numero Due in Inghilterra.
Il Numero Tre in Kenya.
Il Numero Otto in Florida.
Io sono il Numero Quattro e loro mi hanno portato via la casa, la famiglia e la ragazza che amavo. Nessun altro deve morire a causa mia. Non ora che ho scoperto di avere una nuova, potentissima Eredità. Io sono un'arma, forse l'unica in grado di sconfiggerli. E sono pronto a sacrificarmi, pur di vincere la guerra…


La saga dei Lorien ha una lunga storia:



Sono il Numero Quattro
Il potere del Numero Sei
La vendetta del Numero Nove
La sfida del Numero Cinque
Il ritorno del Numero Sette
Il destino del Numero Dieci
Tutti per uno



Questa è la chiusura del cerchio: i Mogadorian hanno attaccato la Terra, John e gli altri Garde sono stremati ma arrivati vicini come mai prima al terribile Setrákus Ra. Le perdite umane ed aliene sono state ingenti, inizialmente i protagonisti sono come bloccati nel loro dolore e nelle loro afflizioni, ma queste li spingono ancora di più a cercare il modo di eliminare il "benevolo condottiero" una volta per tutte, cercando la loro forza proprio nella loro unione e ritrovando lo spirito di squadra. 

Come tutti i precedenti è molto equilibrato, non troppo crudele, non troppo sdolcinato, non troppo irreale (per quanto possibile... essendo comunque una storia di alieni adolescenti) ma per chi ha letto i precedenti sei capitoli è decisamente la degna conclusione. Non voglio dire troppo per non rovinare il gusto della lettura a chi non lo avesse ancora fatto, ma mi trovo veramente sconfortata dal non poter sapere come andranno le cose per loro da oggi in poi... è possibile avere il capitolo 8????


Per chi non si fosse mai avvicinato alla saga Lorien Legacies : concedetegli una possibilità, in Italia non ha avuto un grandissimo successo ma fortunatamente sono stati pubblicati tutti e sette i volumi, io mi sono incuriosita dopo aver visto la trasposizione cinematografica del primo (Sono il numero 4 con il belloccio Alex Pettyfer) che è piacevole e non stravolge tantissimo la storia rispetto al libro, a partire dal quale ho iniziato ad avere la "Garde-dipendenza".

Questo il mood:

"GLI EVENTI NARRATI IN QUESTO LIBRO SONO REALI.

I NOMI DI PERSONE E DI LUOGHI SONO STATI MODIFICATI
PER PROTEGGERE I SEI DI LORIEN,
CHE SONO TUTTORA NASCOSTI.

PRENDETELO COME UN PRIMO AVVERTIMENTO:

ESISTONO DAVVERO ALTRE CIVILTA'

ALCUNE STANNO CERCANDO DI DISTRUGGERVI."

(prefazione prima pagina)

VirtNet Runner - Il giocatore - James Dashner



Michael è un gamer, e come la maggior parte dei gamer, spende più tempo nella VirtNet che nel mondo reale. La VirtNet è una totale immersione del corpo e della mente nel mondo virtuale, e crea dipendenza. Grazie alla tecnologia, chiunque abbia un bel po’ di soldi può sperimentare mondi fantastici, rischiare la propria vita senza essere mai in pericolo o semplicemente spassarsela con i propri amici virtuali. E più si hanno doti da hacker, maggiore è il divertimento. Perché preoccuparsi di seguire le regole quando la maggior parte di esse non ha senso? Eppure, alcune sono state create per una ragione: la tecnologia può essere pericolosa. Un gamer sconosciuto è andato oltre ogni limite, tenendo in ostaggio altri gamer nella VirtNet. Gli effetti sono devastanti: tutti i gamer ostaggi finiscono per essere dichiarati cerebralmente morti. Quali sono i motivi che spingono il misterioso gamer ad agire in questo modo? Il governo sa che per acciuffare un hacker ci vuole un hacker. Il prescelto è Michael, ma il rischio è enorme. Se accetta la sfida, Michael sa di dover andare oltre le regole della VirtNet e affrontare pericoli e predatori che una mente umana non riuscirebbe neanche a immaginare. E sa che il confine tra gioco e realtà potrebbe essere cancellato per sempre.

Questo è uno di quei titoli su cui ammetto di fare veramente fatica ad esprimermi:
mi sono avvicinata incuriosita dall'autore, che già conoscevo per "The Maze Runner" , ma sinceramente in alcuni tratti ho fatto fatica ad andare avanti.
Il genere è sempre distopico, come per l'altra saga, il ritmo è incalzante, ma non sono riuscita a sentirmi trascinata nel voler scoprire come sarebbe finita per i protagonisti, complice forse lo stile di lettura della voce protagonista (essendo in versione audiobook) che non mi è sembrato adattissimo,credo di essere arrivata in fondo per pura e semplice curiosità.
Cosa che ho trovato invece decisamente degna di nota, è il finale, di cui però non voglio dare spoiler, il quale è riuscito a sorprendermi, accendendo così un barlume di volontà di capire come si evolverà la situazione nei capitoli successivi della storia.
Ma in tutto questo mi chiedo... perchè Runner? Cosa c'entra? Nel Labirinto c'erano i runners, ma qui non ho trovato nessun tipo di legame o richiamo, la casa editrice a mio avviso ha solo voluto cavalcare il successo del precedente lavoro per attirare un po' di acquirenti.
Concludendo, secondo me adatto per i veri veri amanti del genere...  

sabato 24 giugno 2017

Orgoglio e Pregiudizio - Jane Austen

Decisamente questa sarà la recensione più difficile da scrivere: oggi parliamo di un libro che è un classico della letteratura, il primo che ho amato da quando ero ragazzina e che in qualche modo ha deviato il mio gusto letterario per gli anni a venire



Il cuore di orgoglio e pregiudizio è riassunto tutto nell'incipit:



“È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie."

La tranquilla vita nella campagna inglese viene messa a soqquadro con l'arrivo di un nuovo affittuario, lo scapolo e ricco Mr Bingley, il quale si trasferisce da Londra accompagnato dalle sue "simpaticissime" sorelle e dall'altezzoso amico Mr Darcy.

Tutta la contea si attiva per cercare di accalappiare in qualche modo il ricco forestiero, inclusa la superficiale, frivola ed inelegante Mrs Bennet, il cui unico scopo nella vita sembra essere quello di sistemare nella maniera più redditizia possibile le cinque giovani figliole.


Mr Bingley è un giovane simpatico e ben educato, che fa immediatamente breccia nel cuore della maggiore delle sorelle Bennet, la timida e buona Jane, ma mentre l'amore sboccia tra i due, ben diverso è il sentimento che nasce tra la secondogenita, Elisabeth, e Mr Darcy. 

Elisabeth lo disprezza, così chiuso nella sua alterigia, scostante e orgoglioso, e non si risparmia dal dimostrarglielo. Lei è una giovane ben istruita per una ragazza del suo ceto sociale, ironica e sarcastica, si diverte a punzecchiarlo spesso, e lui dichiara apertamente tutta la sua superiorità.

Un'altro arrivo condizionerà la vita della famiglia Bennet e del vicinato: Mr Collins, loro cugino, verrà a cercare anche lui moglie presso di loro e la sua scelta cadrà proprio sulla giovane Lizzy.


Le sorelle di Mr Bingley, di comune accordo con Darcy, penseranno bene di allontanare la possibilità di un disdicevole matrimonio, e da qui la vicenda prenderà pieghe sorprendenti per molti personaggi.


Mr Collins, rifiutato malamente, volgerà le sue attenzioni sulla migliore amica di lei, Jane, afflitta dalla pena recatagli dalla partenza di Bingley andrà a Londra presso gli zii, ed Elisabeth partirà per passare qualche mese presso la novella Mrs Collins, nella parrocchia confinante con la proprietà della zia altrettanto altezzosa di Mr Darcy.


I due hanno modo di incontrarsi ancora, ma in questo luogo così lontano da casa Elisabeth pur continuando a prenderlo in giro comincia ad intravedere caratteristiche diverse del suo carattere, ma Darcy la stupisce dichiarandosi innamorato di lei pur se combattuto a causa della loro diversa posizione sociale e delle pessime caratteristiche della sua famiglia, 

"ho lottato contro la mia volontà, le aspettative della mia famiglia, l'inferiorità delle vostre origini, il mio rango e patrimonio, tutte cose che voglio dimenticare e chiedervi di mettere fine alla mia agonia... "

e naturalmente viene rifiutato da Lizzy che non può che sentirsi oltraggiata dalle sue parole.

In seguito lo scenario cambia ancora, Jane torna a casa mentre Elisabeth parte per un viaggio con gli zii, che toccherà tra le altre tappe anche la casa di Darcy: i mesi sono trascorsi, lei è imbarazzata per quanto accaduto tra loro, ma lui si dimostra oltremodo gentile, con lei e con i suoi parenti, e giorno dopo giorno scopre una dolcezza ed una gentilezza in lui prima nemmeno immaginati.

La vita della famiglia Bennet viene sconvolta dalla fuga d'amore di una delle sorelle minori, che verrà risolta con un matrimonio riparatore grazie a quello che tutti credono l'intervento dello zio ma che in seguito scopriranno essere l'operato dell'innamoratissimo Darcy.

A questo punto i due, riuscendo ad ammettere i propri errori da entrambe le parti, dovuti proprio all'orgoglio ed ai pregiudizi, ammettono l'uno con l'altra la natura dei loro sentimenti con una delle dichiarazioni a mio parere più belle della letteratura:

"Se i vostri sentimenti sono gli stessi di aprile, ditelo ora. Il mio affetto e i miei desideri sono immutati, ma una vostra parola mi farà tacere per sempre. Se invece i vostri sentimenti fossero cambiati, devo dirvelo: mi avete stregato anima e corpo e vi amo... vi amo... vi amo. E d'ora in poi non voglio più separarmi da voi."


Amo questo libro: l'analisi dei personaggi, la chiara descrizione dello stato sociale dell'epoca e della condizione delle donne, e non ho potuto fare a meno di sognare un Darcy che fosse disposto a mettere da parte tutto questo solo per amore!

Piccola nota cinematografica: esistono diverse versioni di quest'opera come potete immaginare, la più fedele alla Austen a mio parere è lo sceneggiato del 1995 della BBC che ha come protagonista Colin Firth, ma dopo questa rilettura ho avuto modo di vedere il film del 2005 con  Keira Knightley e Matthew Macfadyen: devo ammettere che pur avendo cambiato parecchie cose rispetto al libro ne è comunque risultato un bell'adattamento, uno dei pochi film che ho visto, anzi probabilmente l'unico, che riesce a risultare terribilmente romantico anche se i protagonisti non si scambiano nemmeno un singolo bacio!
Per i super romanticoni come me consiglio vivamente di vedere il finale alternativo nei contenuti speciali del dvd... non previsto dalla Austen ma degno decisamente di nota!!

 

mercoledì 21 giugno 2017

Coming Soon: I Dissonanti - Ilaria Marsilli

Tenetevi pronti, sta per arrivare: 

 Il nuovo libro di Ilaria Marsilli, da noi amata a dismisura grazie alla trilogia di Aili, è in uscita il 24 giugno e già prenotabile:
 "La mia vita è appesa a un filo. Il tempo è contro di me. Lui è la mia migliore possibilità di salvezza".

Dopo un incontro inaspettato in un tiepido pomeriggio di fine estate, Lisa, spinta da un irrefrenabile desiderio di trasgressione nei confronti della rigida autorità materna, esce di nascosto a tarda ora per recarsi a un appuntamento in un locale della periferia cittadina. Una volta rientrata nella sua abitazione, la ragazza trova però la dimora deserta. I suoi genitori paiono scomparsi nel nulla e la città stessa sembra sprofondata in un irreale silenzio. Ancora non sa che le strade sono perlustrate da individui pronti ad attentare alla sua vita e percorse da creature mostruose che si spostano, irrequiete e bramose, solo in attesa di incontrare suoi simili. Non ha idea dell’incubo in cui è precipitata, perché ancora non conosce la scissione."

Si parte per una nuova avventura!

domenica 11 giugno 2017

Non è la fine del mondo - Alessia Gazzola

Oggi vi parlo dell'ennesima piacevole scoperta per la quale devo rendere grazie all'audio libro



Non è la fine del mondo, è la storia raccontata in prima persona di Emma:

Emma è da anni stagista in una casa cinematografica, un bel giorno, a causa di una serie di cambiamenti aziendali, si ritrova all'improvviso senza lavoro ed è costretta a reinventarsi, soprattutto quando, dopo tanti tentavi di colloqui e domande andate male nella sua dimensione lavorativa, si getta d'impulso in una nuova avventura, diventando l'apprendista di una anziana sarta per bambini.

Giorno dopo giorno, stando vicino alla signora Vittoria, Emma conosce un pochino meglio se stessa, e capisce quali siano le sue priorità e le sue reali aspirazioni.


Anche quando il suo passato fa di nuovo capolino dalla porta del suo negozio, Emma capisce che non può tornare nel suo vecchio mondo, o meglio non nella stessa azienda che l'aveva trattata così male. Trova un nuovo lavoro presso una casa di produzione avversaria e li incontra un affascinante produttore che scoprirà legato in maniera inaspettata alla sartoria della signora Vittoria.


“A giudicare ci si impiega due minuti, ma il più delle volte non siamo in grado di comprendere le ragioni altrui, cosa si nasconde dietro una scelta apparentemente sbagliata, quale bisogno del cuore, quale manovra del destino.” 


Scorrevole, coinvolgente, da leggere in un giorno o due secondo me, perchè riesce a stimolare la curiosità del lettore su come andrà a finire la storia di Emma e se riuscirà a realizzare i suoi sogni nel cassetto... tra cui un bellissimo villino con i glicini.


“La scelta giusta è sempre quella che le dà gioia al solo pensarci.” 


Un romanzo leggero, allegro e ironico, che non ha nulla da invidiare alle autrici straniere (vedi Kinsella etc) di storie romantiche.

domenica 4 giugno 2017

Carve The Mark I predestinati - Veronica Roth

Ho iniziato a leggere questo libro con un po' di fatica, non tanto perchè non mi interessasse, anzi, ero stata così curiosa al punto di averlo acquistato il giorno stesso della pubblicazione, quanto perchè sotto sotto ero ancora in collera con la Roth per come era andata con la saga di Divergent...
sono una donna da cuoricini sempre e comunque, anche quando è scontato, e quindi mi sono approcciata a questa sua nuova opera con non poca diffidenza.

Il risultato è stato il solito... fatica per le prime pagine, e poi due o tre giorni di lettura senza sosta... persino in fila in macchina!



C'è poco da fare, lo stile della Roth è incalzante e coinvolgente: per me è la regina indiscussa del distopico, che sia esso ambientato sulla Terra o nello spazio sconfinato di una remota galassia fa ben poca differenza.
Ci descrive non solo la galassia, ma le caratteristiche stesse dei popoli che la abitano, focalizzando l'attenzione in particolare sul pianeta Thuve, diviso tra i Thuvesiti, tranquilli coltivatori, e gli Shotet, guerrieri e conquistatori, popoli ai quali appartengono i protagonisti: Akos,figlio dell'Oracolo di Thuve e Cyra, sorella del terribile tiranno Shotet.
Entrambi hanno un dono, come tutti gli abitanti della galassia, detto donocorrente, che hanno sviluppato crescendo, ed un fato, cioè appartengono ad un gruppo ristretto di individui per i quali gli oracoli hanno ricevuto una visione del loro destino, anche se non sanno di preciso come questo si realizzerà. Questo li porterà a stare insieme, prima forzatamente e poi pian piano per loro volere, quando scopriranno che solo così riusciranno a resistere alla crudeltà e il dolore.

"E' difficile sapere cos'è giusto in questa vita" disse "Facciamo quello che possiamo, ma ciò di cui abbiamo veramente bisogno è compassione."  

Cyra è dura, forte, una guerriera spietata, abituata a non conoscere la pietà, anche per colpa del suo donocorrente che la costringe ad una vita di dolore, Akos, le fa conoscere lati di se stessa a lei sconosciuti, capire che la vita non è solo andare avanti e sopravvivere.

Bello, con temi importanti mimetizzati nel contesto incalzante degli eventi, molto più di Divergent secondo me, ... non ci rimane che attendere il seguito!

Recensione: Il mio disastro sei tu - Jamie McGuire

Buonasera lettori! Ormai mi conoscete, e sapete benissimo che ho una specie di blocco mentale nei confronti dei "successoni" ...